ECOMOTORE DI RICERCA

martedì 31 gennaio 2012

ENERGIE PULITE DEL FUTURO: ARANCE, MELE E POMODORI

Arance, pomodori, mele per produrre le energie pulite del futuro. Non stiamo vaneggiando è la conclusione alla quale si è arrivati attraverso diversi esempi di riciclo creativo davvero unici..per il momento.
Andiamo in ordine alfabetico.
A come arance. Ci occupiamo di DBB, una agenzia pubblicitaria che si concentra sulla ideazione di campagne creative. Dovendo lavorare per il marchio Tropicana, DBB ha ideato un cartellone che riporta la scritta "Energie Naturelle" e l'energia necessaria all'illuminazione viene fornita proprio dalle arance. Come funziona? All'interno del cartellone ci sono centinaia di arance che vengono mantenute in posizione da punte di rame e zinco. Il contatto fra questi tre materiali genera una reazione chimica che produce energia.
Il senso del messaggio è "potenza delle arance", se illuminano un cartellone immaginate quanto beneficio forniscono al corpo! Ma certamente non si può negare l'ottica tutta green in linea con l'attenzione per ecologia e ambiente contenuto nell'iniziativa.
Ma non finisce qui.
Parliamo ancora di frutta, in particolare di mele.
L'idea questa volta è di un fotografo, tale Caleb Charland che attraverso l'aiuto di 300 mele ancora legate all'albero ha generato energia sufficiente per una lampada. 10 mele per l'esattezza sono indispensabili per accendere un led.
E arriviamo infine ai rossi pomodori.
Siamo sempre dall'ortolano ma invece di avvalerci della frutta, questa volta utilizziamo i pomodori. Cygalle Shapiro ha ideato una lampada a led che si illumina grazie ai pomodori e alla reazione chimica che ne produce il contatto con zinco e rame.
Siamo per ora a meri esperimenti magari effettuati per dimostrare altro ma che certamente fanno riflettere in merito al tema delle energie e di come produrle.